Cluster «Grande calura»

L’aumento delle temperature e della frequenza degli eventi termici hanno conseguenze di vasta portata per l’uomo, gli animali e l’ambiente. Nelle città e negli agglomerati urbani, la limitata circolazione del vento, la mancanza di ombreggiamento e di aree verdi, l’assorbimento della radiazione solare da parte delle superfici sigillate e il calore di scarto dell’industria, degli edifici e del traffico contribuiscono all’effetto isola di calore, il quale aumenta il riscaldamento diurno e riduce il raffreddamento notturno. I rischi derivano in particolare dalla maggiore frequenza delle ondate di calore, al contempo più intense e prolungate. Queste si ripercuotono sulla popolazione e possono mettere in pericolo la vita di persone anziane, malate e dipendenti, come pure di neonati e donne in gravidanza. Le temperature elevate fanno aumentare il rischio di intossicazione alimentare a causa della ridotta durata di conservazione degli alimenti deperibili. Calore e siccità possono anche significare esclusione sociale, ad esempio nel momento in cui si limita la libertà di movimento dei gruppi di popolazione sensibili, o l’aumento dei costi degli alloggi grava sul bilancio delle persone a basso reddito. Il bestiame da reddito soffre il calore che si ripercuote sul suo benessere e le sue prestazioni. Particolarmente esposti sono i sistemi di stabulazione aperta e i pascoli a valle.  

Nessun risultato

Contatto

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
Reporting sul clima e adattamento ai cambiamenti

Papiermühlestr. 172
3063 Ittigen

climate-adaptation@bafu.admin.ch
www.bafu.ch

Stampare contatto

https://www.nccs.admin.ch/content/nccs/it/home/provvedimenti/programmi-e-progetti/programma-pilota-adattamento-ai-cambiamenti-climatici/projektephase2/pilotprojekte-zur-anpassung-an-den-klimawandel--cluster--umgang-.html