Rischi e opportunità dei cambiamenti climatici nelle grandi aree della Svizzera

Nell'ambito di una completa analisi dei rischi legati ai cambiamenti climatici ,, l'Ufficio federale dell'ambiente ha documentato e pubblicato i rischi e le opportunità legati al clima per le sei grandi aree Giura, Altipiano, Prealpi, Alpi, Svizzera meridionale e grandi agglomerazioni. A seconda della regione del Paese emergono ambiti chiavepriorità differenti a dipendenza di quanto è colpita dagli effetti dei cambiamenti climatici.  

I rischi e le opportunità per ciascuna grande area sono stati esaminati con l'ausilio di otto casi di studio (cfr. bibliografia supplementare) Le seguenti affermazioni concernenti i rischi legati al clima descrivono da un lato gli ambiti in cui sussiste una necessità d’intervento, rispettivamente cosa bisognache cosa ci si deve attenderesi se non verranno adottate misure di adattamento.  Con un'adeguata prevenzione è possibile ridurre almeno una parte di questi rischi. Dall'altro lato, i cambiamenti climatici offrono varie opportunità. In numerosi casi è possibile gestire e sfruttare attivamente i potenziali risultanti per la società, l'economia e l'ambiente. derivanti dai cambiamenti climatici.

Rischi e opportunità che rivestono grande importanza per tutte le regioni del Paese

I rischi rilevanti per tutta la Svizzera sono:

  • crescenti minacce per la salute a causa di ondate di calore nonché insorgenza di nuove o più frequenti allergie, vettori di malattie e malattie infettive;
  • aumento della frequenza di situazioni con scarsa disponibilità di acqua;
  • crescente fabbisogno di energia per il raffreddamento e contemporanea diminuzione della produzione degli impianti idroelettrici nel semestre estivo;
  • crescente rischio di danni materiali e alle persone causati da piene, colate detritiche, cadute di massi, frane o scoscendimenti.)

A questi rischi si contrappongono anche opportunità per l'intero Paese:

  • minor numero di malattie concausate dal freddo;
  • diminuzione dei danni materiali e alle persone causati da neve e ghiaccio;
  • riduzione del fabbisogno di riscaldamento in inverno.

Determinati effetti non possono essere chiaramente attribuiti ai rischi o alle opportunità. Ciò riguarda in particolare:

  • i mutamenti delle condizioni naturali per gli animali, le piante, i funghi e i microrganismi con effetti sugli ecosistemi, sulla composizione delle specie e sulla diversità genetica;
  • i danni causati da uragani e grandinate, per i quali non è ancora chiaro se a seguito dei cambiamenti climatici ci si deve attendere un aumento o una diminuzione.

Punti chiave supplementari riguardanti i rischi e le opportunità nelle singole grandi aree

MAP Cantone

La grande area Giura è particolarmente sensibile alla siccità. Ciò si ripercuote negativamente sull'agricoltura e accresce il rischio di incendi boschivi. L'aumentoa delle temperature favorisce la diffusione di organismi nocivi e questo fatto pregiudica, in particolare nel Giura, la salute delle foreste e la qualità del legno. Al contempo, tuttavia, l'aumento delle temperature potrebbe generare maggiori ricavi nel settore dell'agricoltura. Con l'aumento delle temperature ci si attende un effetto positivo anche per il turismo estivo: la stagione estiva si allunga e le zone situate ad alta quota diventano più attraenti come
aree ricreative.


Nel confronto regionale, le temperature massime raggiungono nell'Altipiano valori superiori alla media. Poiché èin questa grande area la densità di popolazione e di posti di lavoro èè relativamente elevata, la ridotta capacità prestazionale sul posto di lavoro assume un peso maggiore. Anche gli animali che vivono in questa regione sono particolarmente colpiti dalle alte temperature. Queste condizioni favoriscono inoltre una maggiore proliferazione di organismi nocivi, con conseguenti perdite nell'agricoltura e nell'economia forestale. Sul fronte delle opportunità va sottolineato che l'allungamento del periodo vegetativo offre prospettive di maggiori ricavi per l'agricoltura.


Nell'area prealpina l'aumento delle temperature ha come conseguenza un netto peggioramento delle condizioni necessarie per la pratica degli sport invernali. Al contempo, però, questa regione fa parte delle aree che beneficiano di condizioni più attraenti per il turismo estivo. Grazie alle estati più lunghe, anche il paesaggio prealpino è da annoverare tendenzialmente tra i beneficiari. Per contro, la vitalità delle foreste prealpine è sempre più pregiudicata da periodi di persistente siccità, che favoriscono l'attacco dei parassiti e riducono la produzione e la funzione di protezione delle foreste.


Le condizioni necessarie per il turismo invernale dovrebbero rimanere favorevoli anche a lungo termine solo nelle zone della regione alpina situate alle quote più alte, mentre per quelle situate situate a quote meno elevatepiù in basso l'innevamento sarà sempre più incerto,  ma avranno emergeranno nuove
opportunità legate al turismo estivo. Con un periodo d'innevamento più breve migliorano anche le condizioni per lo sfruttamento del sole come fonte di energia. In montagna insorgono nuove sfide a causa di pericoli naturali legati all'innalzamento del limite del permafrost. Al contempo, i boschi di protezione situati in particolare nelle vallate intra-alpine sono sempre più esposti al rischio d'incendio.


La Svizzera meridionale registra già oggi temperature elevate. Ciò pregiudica il benessere sia durante il lavoro che nel tempo libero e favorisce l'insorgenza di nuovi vettori di malattie (ad es. zanzare). Questi rischi dovrebbero acuirsi ulteriormente in futuro. Anche la siccità costituisce una sfida che in futuro interesserà la Svizzera meridionale in modo ancora più marcato rispetto ad oggi. Da un lato comporta il pericolo di incendi boschivi di ampia portata e, dall'altro lato, causa limitazioni nell'utilizzazione dell'acqua, ad esempio per la produzione di energia.


Nelle zone di agglomerazione densamente costruite, dove la limitata circolazione dell'aria influisce in misura marcata sul bilancio termico, il crescente aumento delle temperature medie e massime costituisce una sfida particolarmente grande. A farne le spese sono la salute delle persone e le prestazioni sul posto di lavoro, ma anche gli spazi verdi importanti per la qualità della vita nelle città. In questo contesto, il crescente fabbisogno di energia per il raffreddamento degli edifici contrasta

Ulteriori informazioni

Letteratura

Ultima modifica 22.05.2019

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
Reporting sul clima e adattamento ai cambiamenti

Papiermühlestr. 172
3063 Ittigen

climate-adaptation@bafu.admin.ch
www.bafu.ch

Stampare contatto

https://www.nccs.admin.ch/content/nccs/it/home/regioni/grandi-regioni/risiken_u_chancen.html