F.13 Misure di protezione ittica in caso di eventi di canicola

I periodi estremi di caldo e siccità, sempre più frequenti a causa del cambiamento climatico, provocano a volte un forte aumento della temperatura dell’acqua nei bacini idrici. Ciò può causare stress da calore o morte alle specie ittiche sensibili alla temperatura. Nell’ambito di questo progetto saranno analizzate le misure di emergenza adottate nelle estati calde del 2003 e del 2018 a protezione dei pesci nella regione del Reno superiore. L’obiettivo è quello di sviluppare ulteriormente le misure e metterle a disposizione quale strumento di lavoro alle autorità competenti in materia di pesca e di acque dei Cantoni limitrofi.

Situazione iniziale

Il cambiamento climatico fa sì che la temperatura delle acque svizzere superi sempre più la soglia di tolleranza per le specie ittiche sensibili come la trota e il temolo. Nel 2003 e nel 2018 la temperatura dell’acqua dell’Alto Reno ha superato per un periodo prolungato il valore critico di 25 gradi Celsius. Le autorità di pesca dei Cantoni limitrofi tra il lago Bodanico e Basilea hanno adottato una serie di misure di emergenza a breve termine per proteggere i pesci dallo stress da calore e incrementarne le possibilità di sopravvivenza. Tuttavia si è registrata una moria di pesci in entrambi gli anni, specialmente fra i temoli. Questo progetto mira a trarre insegnamento dai due eventi e a creare uno strumento pratico per una corretta pianificazione e attuazione delle misure di protezione dei pesci nel Reno superiore.

Obiettivi

  • Riduzione della morbilità e della mortalità delle specie ittiche sensibili al calore nella zona del Reno superiore.
  • Migliore accettazione delle misure di protezione dei pesci da parte degli utilizzatori delle acque

Attuazione

  • Ricerca bibliografica sullo stress da calore nei pesci. Raccolta di informazioni sulle misure di emergenza finora attuate per la protezione dei pesci e la registrazione locale nel GIS.
  • Sondaggio scritto rivolto a tutti gli attori nell’area del progetto e agli esperti. Analisi ed elaborazione dei risultati.
  • Workshop con attori di tutti i Cantoni limitrofi e altri esperti. Valutazione e sviluppo di misure.
  • Redazione dello strumento di lavoro «Protezione ittica nel Reno superiore».
  • Presentazione dei risultati del progetto in occasione di un evento informativo.

Prodotti (output) attesi

Strumento di lavoro «Protezione ittica nel Reno superiore». Esso comprende una raccolta e una valutazione delle misure finora adottate, approcci per l’ulteriore sviluppo delle misure e una selezione di possibili misure supplementari o di più ampia portata.

Titolo del progetto

Fischschutz Hochrhein – Massnahmen bei Hitzeereignissen (F.13)

Area interessata: 

Reno e gli sbocchi dei suoi affluenti tra Basilea e il lago Bodanico

Durata: 

gennaio 2019 – dicembre 2019

Ente promotore: 

AquaPlus AG

Accompagnamento: 

Ufficio federale dell’ambiente UFAM

Contatto

Mathieu Camenzind
mathieu.camenzind@aquaplus.ch
Tel. +41 41 729 30 00  

Stampare contatto

https://www.nccs.admin.ch/content/nccs/it/home/massnahmen/pak/projektephase2/pilotprojekte-zur-anpassung-an-den-klimawandel--cluster-Sensibilisierung/f-13-fischschutzmassnahmen-bei-hitzeereignissen.html