D.04 Zone protette nel contesto del cambiamento climatico

Il cambiamento climatico sta modificando le condizioni locali e la composizione delle specie arboree anche nelle zone di protezione della natura e del paesaggio. Sul medio periodo ci si chiede se le zone di protezione odierne raggiungeranno ancora il loro obiettivo di conservazione della varietà biologica e di specie particolari. Questo progetto nel Cantone dei Grigioni cerca soluzioni per stabilire se sia possibile garantire la biodiversità in condizioni di cambiamento climatico e in che termini.  

Situazione iniziale

Le zone di protezione limitano la fruizione del territorio all’interno di aree definite, al fine di raggiungere obiettivi specifici di protezione della natura e del paesaggio. Le specie e gli habitat a rischio possono così sopravvivere nel territorio, per lo più a sfruttamento intensivo. Le zone di protezione contribuiscono così alla conservazione della biodiversità stabilità per legge. Con il cambiamento climatico, tuttavia, le specie stanno mutando la propria distribuzione e gli habitat le proprie caratteristiche. Ci si chiede se le attuali zone di protezione assolvano al compito di protezione delle specie e degli habitat per il quale sono state istituite anche di fronte alle mutate condizioni climatiche. I processi dinamici della biodiversità sono stati finora presi troppo poco in considerazione nei piani delle zone di protezione. Il presente progetto nel Cantone dei Grigioni affronta questioni finora quasi mai investigate nemmeno a livello internazionale. In generale, la creazione di grandi parchi è vista come una soluzione, perché consente di mantenere interconnessi un’ampia varietà di habitat senza mai limitare in modo significativo la biodiversità, né dal punto di vista spaziale né da quello gestionale. Tuttavia, per le aree protette relativamente piccole attorniate dal territorio utilizzato, frequenti in Svizzera, non sono note strategie che tengano conto del cambiamento climatico.

Obiettivi

  • Mostrare come le specie cambiano popolazione e habitat per via del cambiamento climatico.
  • Mostrare fino a che punto le zone di protezione odierne assolvono i loro compiti nella prospettiva del clima futuro.
  • Discutere su come colmare le eventuali lacune nella protezione della biodiversità.

Attuazione

  • Rassegna della biodiversità GR di fronte al cambiamento climatico mediante studio bibliografico ed esiti delle ricerche aggiornate.
  • Registrazione delle zone protette nel Cantone dei Grigioni e dei loro obiettivi.
  • Inclusione di scenari di cambiamento climatico specifici per il Cantone dei Grigioni.
  • Analisi delle sfide per la biodiversità e le zone di protezione nel contesto del cambiamento climatico.
  • Elaborazione di un concetto di zona di protezione e di adeguamento al clima con raccomandazioni d’intervento.
  • Workshop del gruppo di accompagnamento.
  • Creazione di un rapporto finale con gli elementi fondamentali, la sintesi, il concetto e il risultato finale.
  • Diffusione dei risultati attraverso comunicato stampa, social media, rapporto finale.

Prodotti (output) attesi

  • Rapporto finale.
  • Breve guida alla decisione.
Titolo del progetto:

Schutzgebiete der Biodiversität im Klimawandel: passen Ziele und Räume noch zusammen? (D.04)  

Area interessata:

Cantone dei Grigioni

Durata:

gennaio 2019 – ottobre 2021

Ente promotore:

Bergwelten 21 AG

Accompagnamento:

Ufficio federale dell’ambiente UFAM

Contatto

Veronika Stöckli
direttrice
stoeckli@bergwelten21.ch
Tel. +41 81 413 03 50  

Stampare contatto

https://www.nccs.admin.ch/content/nccs/it/home/provvedimenti/programma-pilota-adattamento-ai-cambiamenti-climatici/projektephase2/pilotprojekte-zur-anpassung-an-den-klimawandel--cluster--klimaan/d.04-zone-protette-nel-contesto-del-cambiamento-climatico.html