F.07 Guida pratica per la protezione delle sorgenti

Nelle sorgenti naturali vivono svariate specie della piccola fauna minacciate. Molte di esse sono adattate alle basse temperature dell’acqua e reagiscono sensibilmente al riscaldamento. Con il cambiamento climatico e la crescente scarsità d’acqua, tuttavia, la pressione sulle fonti naturali per l’uso dell’acqua potabile o per l’irrigazione è in aumento. In questo progetto viene elaborata una guida pratica per la protezione e la valorizzazione ecologica degli habitat delle sorgenti. La guida ricorre a casi esemplari per mostrare come le captazioni della falda freatica possano essere realizzate in modo da proteggere la natura.

Situazione iniziale

Le sorgenti naturali sono popolate da un numero superiore alla media di specie iscritte alle liste rosse delle specie minacciate. Queste biocenosi sono minacciate dal cambiamento climatico: le specie migrano dal torrente verso le zone più fredde delle sorgenti e competono con le specie che vi vivono, adattate alle basse temperature. Al contempo, la pressione sulle sorgenti è in aumento a causa dell’incremento del consumo idrico sia in pianura sia nelle Alpi. Le biocenosi sono minacciate dall’installazione di abbeveratoi sui pascoli, dalla trasformazione del maggese in appartamenti di vacanza o dall’ammodernamento delle aziende agricole alpine. L’esperienza in materia di misure di protezione, promozione e ripristino degli habitat sorgivi è ancora scarsa. Il progetto sviluppa approcci che consentono di proteggere gli habitat sensibili.

Obiettivi

  • Sensibilizzazione degli attori interessati, ad esempio autorità, proprietari terrieri, agricoltori, enti di fornitura idrica e urbanisti.
  • Protezione e promozione delle biocenosi sorgive di pianura e di montagna.

Attuazione

  • Creazione di un catalogo di possibili progetti di riqualificazione e di valutazione di casi concreti.
  • Ideazione e attuazione di misure di rivalorizzazione, controllo dei risultati.
  • Documentazione dei progetti di riqualificazione.
  • Elaborazione e redazione di un manuale di buone prassi.
  • Comunicazione e relazioni pubbliche.

Prodotti (output) attesi

  • Manuale bilingue (d/f).
  • Presentazione dei risultati in occasione di simposi, convegni e incontri di scambio tra associazioni professionali, nonché nella letteratura specializzata.
  • Escursioni.

Stato attuale del progetto (giugno 2020)

Nei Cantoni Giura, Grigioni e Vaud come pure su superfici messe a disposizioni da armasuisse sono stati testati numerosi oggetti che nell’ambito del progetto sono da rivalutare sotto il profilo ecologico. La pianificazione e l’attuazione delle misure di valorizzazione sono al momento in fase di preparazione. In altri Cantoni sono stati raccolti numerosi esempi di spazi vitali legati a sorgenti d’origine in parte già realizzati o di cui in un secondo tempo è prevista una valorizzazione ecologica.

In previsione della pubblicazione del manuale, nel 2020, vengono raccolti ed esaminati documenti su un numero possibilmente elevato di progetti esemplari. La realizzazione del manuale è coordinata in stretta collaborazione con il servizio di consulenza «Quell-Lebensräume», incaricato dall’UFAM.

Titolo del progetto:

Klimaverletzliche Quell-Lebensräume schützen und ökologisch aufwerten (F.07)

Area interessata: 

Svizzera

Durata: 

gennaio 2019 – dicembre 2021

Ente promotore: 

Arbeitsgemeinschaft Schutz von Quell-Lebensräumen (Arge Quellschutz)

Accompagnamento: 

Ufficio federale dell’ambiente UFAM

Contatto

Daniel Küry
Life Science AG
daniel.kuery@lifescience.ch
Tel. +41 61 686 96 96  

Stampare contatto

https://www.nccs.admin.ch/content/nccs/it/home/provvedimenti/programma-pilota-adattamento-ai-cambiamenti-climatici/projektephase2/pilotprojekte-zur-anpassung-an-den-klimawandel--cluster-Sensibilisierung/f.07-guida-pratica-per-la-protezione-delle-sorgenti.html