Opzioni di intervento

Da sempre, i pericoli naturali rappresentano in molti luoghi un pericolo per l’uomo, per i beni e per le infrastrutture. I rischi esistenti vengono ulteriormente accentuati dall’aumento del valore delle infrastrutture e dall’espansione degli insediamenti nelle zone a rischio nonché dagli effetti dei cambiamenti climatici.

Opzioni di intervento e obiettivi della Confederazione

Gli insegnamenti e le esperienze derivanti dagli eventi degli ultimi decenni costituiscono la base della legislazione attuale e della strategia contro i pericoli naturali in Svizzera («Strategie Naturgefahren Schweiz») elaborata dalla Piattaforma nazionale pericoli naturali PLANAT. I settori principali come «Controlling strategico» o «Monitoraggio degli sviluppi» per il rilevamento periodico dei costi, dei rischi e dei danni tengono esplicitamente in considerazione gli adattamenti ai cambiamenti climatici e costituiscono la base per stabilire le priorità future.

L’attuazione coerente della strategia PLANAT e la gestione integrale dei rischi consentono di affrontare le sfide supplementari poste dai cambiamenti climatici. Gli obiettivi generali della strategia sono rilevanti anche per i campi di intervento per l’adattamento ai cambiamenti climatici e possono essere riassunti come segue:

  • Garanzia di un livello generale di sicurezza accettato secondo criteri uniformi.
  • Riduzione dei rischi esistenti e prevenzione dell’apparizione di nuovi rischi.
  • Impiego efficiente dei mezzi per la riduzione ottimale dei rischi esistenti e per la prevenzione dei nuovi rischi.

L’analisi degli eventi di piena del 2005 e del 2007 ha mostrato che la prevenzione, l’intervento e l’aumento della capacità della popolazione di proteggersi da sola presentano un enorme potenziale per migliorare la gestione dei rischi residui:

  • Promozione e sostegno alla responsabilità individuale (formazione degli appaltatori, sensibilizzazione della popolazione).
  • Promozione e sostegno a architetti, esperti di pianificazione, ecc. (formazione relativa a misure di protezione delle opere e standard di sicurezza).
  • Promozione di misure organizzative (pianificazione e piani di emergenza che includano allerte e allarmi) nonché ottimizzazione degli interventi per la gestione dei rischi residui.

Ulteriori informazioni

Contatto

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
Reporting sul clima e adattamento ai cambiamenti

Papiermühlestr. 172
3063 Ittigen

climate-adaptation@bafu.admin.ch
www.bafu.ch

Stampare contatto

Le tematiche prioritarie: Cambiamenti climatici e protezione della popolazione

Eventi estremi e processi pericolosi: in che modo comprensibili scenari relativi agli eventi meteorologici estremi possono contribuire a migliorare la protezione della popolazione.

https://www.nccs.admin.ch/content/nccs/it/home/sektoren/umgang-mit-naturgefahren/handlungsoptionen.html