Funzioni del bosco e i cambiamenti climatici

I boschi svolgono numerosi servizi ecosistemici: producono legname, regolano il clima, proteggono dai pericoli naturali e offrono spazi vitali e ricreativi per le piante, gli animali e gli uomini. Il cambiamento delle condizioni climatiche può danneggiare gli alberi e i boschi compromettendo importanti funzioni e servizi del bosco.

I boschi prestano una varietà di servizi ecosistemici. Essi producono legname, ci riforniscono di acqua potabile pulita, regolano il clima locale, contribuiscono alla conservazione della biodiversità e degli spazi vitali per animali e piante, proteggono dai pericoli naturali e offrono spazi ricreativi per l’uomo. Inoltre i boschi assorbono molto carbonio e rappresentano in tal modo il maggiore serbatoio terrestre di CO2.

I cambiamenti climatici stanno avvenendo a un ritmo talmente incalzante che le piante non fanno a tempo ad adattarsi geneticamente ad essi. Questi mutamenti non incidono pertanto solo sulla vitalità, sulle funzioni e sui servizi dei boschi, ma anche sulla capacità o meno delle specie indigene di sapersi adattarsi ai loro habitat originari. La siccità e le temperature elevate possono, ad esempio, mettere in pericolo i servizi ecosistemici come l’immagazzinamento di carbonio nel caso in cui la crescita degli alberi diminuisca o la loro mortalità dovesse aumentare.

Chi è chiamato a  definire e attuare politiche volte a gestire il bosco in modo moderno e sostenibile, chiede alla scienza informazioni pratiche e pertinenti sull’impatto delle temperature elevate e del mutamento del regime delle precipitazioni sugli ecosistemi forestali. La tematica prioritaria del NCCS «Funzioni del bosco e cambiamenti climatici» mira a riunire le informazioni attualmente disponibili sul bosco e sul clima, nonché a sviluppare strumenti innovativi utili per le decisioni in ambito sociale, economico e politico.

Due pacchetti di lavoro che forniscono strumenti e informazioni sull’impatto a corto termine degli estremi climatici sui boschi e sugli alberi, nonché previsioni a lungo termine sulla distribuzione delle specie e valutazioni dei rischi per i futuri scenari climatici.

Lo scopo di questa tematica prioritaria èdi migliorare ulteriormente il trasferimento di conoscenze dalla scienza alla pratica via Internet.

Obiettivi

La tematica prioritaria «Funzioni del bosco e cambiamenti climatici» ha i seguenti obiettivi:

(1) sviluppare strumenti online sulla base delle fonti di dati e dei modelli esistenti, che illustrano i cambiamenti previsti della struttura e della funzione degli ecosistemi forestali, sia a corto, sia a lungo termine

e pertanto

(2) migliorare ulteriormente il trasferimento delle conoscenze dalla scienza alla pratica forestale per favorire l’adattamento dei provvedimenti di gestione forestale ai cambiamenti climatici.

Simili strumenti online consentono alle varie parti coinvolte (proprietari di boschi, aziende forestali, autorità cantonali, ecc.) di prendere decisioni su basi solide. L’obiettivo è di promuovere una migliore comprensione degli sviluppi futuri dei boschi e dei loro servizi, come pure di proporre e giustificare le strategie per l’adattamento ai cambiamenti climatici.

Per mettere a disposizione una piattaforma informativa online concisa e comprensibile, i risultati del programma di ricerca «Bosco e cambiamenti climatici» saranno collegati a quelli della ricerca a lungo termine sugli ecosistemi forestali (Langfristige Waldökosystemforschung LWF), di TreeNet – la rete biologica per gli indicatori di siccità e crescita degli alberi, dell’Inventario forestale nazionale IFN e di altri progetti e programmi. Le informazioni sullo stato di salute, la mortalità e i cambiamenti climatici, i rischi di un mancato adattamento, i cambiamenti dell’idoneità dell’habitat delle specie arboree e la crescita sono riunite in due grossi pacchetti di lavoro (PL).

Pacchetti di lavoro

Pacchetto di lavoro PL 1

Informazioni a corto termine sugli estremi climatici e i sistemi di preallerta: le informazioni possono essere utilizzate quale sistema di preallerta per i pericoli imminenti legati al caldo e alla siccità, come pure per le loro conseguenze sulla crescita dei tronchi e la disponibilità di acqua per gli alberi. Inoltre le attuali informazioni (ossia il livello di pressione) per una determinata ubicazione sono messe in relazione con le previsioni a lungo termine e quindi contestualizzate sul lungo periodo (fig. 1, lato sinistro). La combinazione con strumenti di previsione stagionale come www.borkenkaefer.ch, con i dati Sanasilva annuali sullo stato di salute delle chiome o con i meteodati della ricerca LWF consente di generare informazioni attuali sulle minacce di origine climatologica o meteorologica per le foreste e gli alberi, su una scala temporale che varia da singoli giorni fino a un’intera stagione.

Pacchetto di lavoro PL 2

Proiezioni a lungo termine per la distribuzione delle specie e valutazioni dei rischi: vengono messe a disposizione carte con la distribuzione delle specie abbinate a carte dell’idoneità degli habitat e dell’ubicazione per oltre 20 specie arboree, come pure diversi scenari climatici elaborati nell’ambito del programma di ricerca «Bosco e cambiamenti climatici». Le proiezioni offrono una valutazione dei rischi locale e specifica alla singole ubicazioni, nonché una base per decisioni solide nell’ambito della gestione forestale (fig. 1, lato destro). Vengono inoltre visualizzati i rischi di un mancato adattamento genetico per le più importanti specie arboree in base a un grande esperimento di giardino comune con faggio, abete e abete rosso. Gli utenti di questi strumenti trovano le risposte a domande come «Quale specie arborea è minacciata in quale regione e quale specie sarà invece più indicata in futuro nella rispettiva regione?»

I due PL (informazioni a corto termine e sistemi di preallerta / previsioni a lungo termine e valutazioni dei rischi) saranno collegati per condurre gli utenti attraverso le diverse scale temporali. Ciò consentirà loro di comprendere quali saranno i rischi a corto e a lungo termine per i boschi e i sistemi ecosistemici correlati ai mutamenti della temperatura, della precipitazioni e degli eventi climatici estremi sulla base dei diversi scenari climatici.

Ultima modifica 12.12.2018

Inizio pagina

Contatto

WSL

Persona di contatto
Prof. Dr. Arthur Gessler

E-Mail

Stampare contatto

https://www.nccs.admin.ch/content/nccs/it/home/das-nccs/themenschwerpunkte/waldfunktionen-und-klimawandel.html