A.13 Isole di calore nella città di Friburgo

Il piano direttore del Cantone di Friburgo prevede un aumento del 50 per cento della popolazione entro il 2050 e la legge sulla pianificazione del territorio impone un principio di densificazione urbana centripeta. Tenendo conto del riscaldamento globale, l’accentuazione delle ondate di calore in città (isole di calore urbano) è un fenomeno ormai evidente. Con il presente progetto la città di Friburgo intende anticipare le conseguenze del riscaldamento climatico.

Situazione iniziale

Il progetto affronta il problema delle isole di calore urbano. Sebbene l’aumento della temperatura nelle città e negli agglomerati sia un fenomeno noto, il suo studio riveste oggi un’importanza strategica nella città di Friburgo, che sta per realizzare diverse importanti trasformazioni urbanistiche: il quartiere storico di Le Bourg, il quartiere centrale della stazione e lo sviluppo di vari complessi residenziali con centinaia di appartamenti. Con questo progetto, la città di Friburgo si dota di uno strumento decisionale e comunicativo per far fronte alle conseguenze del riscaldamento globale sul comfort urbano, sulla salute, sulla pianificazione urbana (natura in città) nonché sul consumo e sulla produzione di energia rinnovabile. Il progetto consentirà di anticipare l’impatto dei cambiamenti climatici in ambito urbano in termini quantitativi e di fornire una risposta pratica e proattiva che favorisca il comfort della popolazione.

Obiettivi

  • Valutazione del comfort urbano e individuazione delle zone problematiche (cartografia ed estrapolazione delle temperature in base a diversi scenari di riscaldamento e di densificazione).
  • Valutazione della climatizzazione e della produzione energetica (fotovoltaico).
  • Sviluppo della natura in città come fonte di mitigazione.
  • Definizione di linee guida per i pianificatori urbani.

Attuazione

Il progetto si avvale di un software (City Sim: https://citysim.epfl.ch/) che, a partire dai dati catastali e statistici disponibili, consente di valutare, tramite modellizzazione, gli indicatori necessari. L’obiettivo è quello di analizzare i rischi e le opportunità associati al fenomeno delle isole di calore urbano. Si tratterà di identificate le aree urbane sensibili come pure gli scenari di sviluppo da privilegiare e quelli da evitare (tutto cemento). Il progetto si tradurrà in particolare in un aumento della biodiversità e dello spazio per la natura in città.

Prodotti (output) attesi

  • Rappresentazione 3D (OpenGL) e cartografia 2D (GIS) degli edifici e delle strade del caso di studio colorati secondo i principali indicatori (isole di calore urbano, produzione fotovoltaica, comfort urbano ecc.) per lo scenario di riferimento, le previsioni future (2030 e 2050) e i diversi scenari di mitigazione del fenomeno.
  • Raccomandazioni su nuove norme che potrebbero contenere il fenomeno, in particolare per i proprietari, in funzione dell’interpretazione dei risultati cartografici.
  • Integrazione, per quanto possibile, nel portale cartografico della città.
  • Sessioni informative destinate alle autorità comunali (esecutive e legislative).
  • Informazione della popolazione e delle associazioni interessate attraverso uno sforzo di divulgazione dei risultati di simulazioni complesse.
Titolo del progetto:

Ilots de chaleur en ville de Fribourg : identification, anticipation et stratégie d’adaptation et de valorisation (A.13)

Area interessata: Comune di Friburgo
Durata: gennaio 2019 – dicembre 2020
Ente promotore: Haute école d’architecture et d’ingénierie de Fribourg HEIA-FR, istituto di ricerca ENERGY 
Accompagnamento:

Ufficio federale dell’energia UFE

Contatto

Marc Vonlanthen
professore associato HES
marc.vonlanthen@hefr.ch
Tel. +41 26 429 67 33  

Stampare contatto

https://www.nccs.admin.ch/content/nccs/it/home/massnahmen/pak/projektephase2/pilotprojekte-zur-anpassung-an-den-klimawandel--cluster--umgang-/a-13-hitzeinseln-in-der-stadt-freiburg.html