A.09 «Fa caldo a scuola»

Questo progetto bilingue si prefigge di sensibilizzare ai rischi e ai disagi vissuti nelle scuole durante i periodi di caldo intenso dai bambini di età compresa fra i 6 e i 10 anni. Sarà realizzato in una scuola media di Montreux e in una di Locarno e comprenderà in particolare analisi termiche, sondaggi negli edifici scolastici e una campagna di sensibilizzazione.

Situazione iniziale

I Comuni di Montreux e Locarno sono caratterizzati da un clima particolarmente caldo rispetto al resto della Svizzera. In queste regioni le estati sono sempre più calde e i periodi di canicola saranno sempre più frequenti. Il progetto riguarda il problema delle elevate temperature all’interno delle scuole. Affronterà l’utilizzo appropriato delle infrastrutture per limitare le ondate di calore («buone pratiche» per mantenere gli edifici quanto più freschi possibile) nonché le conseguenze delle alte temperature sulla salute dei bambini, sulla loro capacità di concentrazione in classe e sul loro benessere generale. Nel complesso si constata che finora le campagne di sensibilizzazione non hanno tenuto sufficientemente conto dei bambini (essendo per lo più incentrate sugli anziani).

Obiettivi

  • Individuare i luoghi più colpiti dal problema del surriscaldamento estivo e del comfort (temperature elevate nelle aule, zone esterne poco e per niente ombreggiate ecc.).
  • Proporre misure di ottimizzazione semplici (p. es. protezioni solari, ventilazione, sistemazione delle aree esterne).
  • Condurre una campagna di sensibilizzazione tra gli utenti degli edifici (bidelli, insegnanti, bambini), affinché vengano adottati i comportamenti corretti per preservare la salute e rimanere concentrati durante i periodi di canicola.

Attuazione

Il progetto comprende una parte tecnica e una pedagogica. Sul piano tecnico, è prevista l’inclusione dei seguenti attori: delegati per l’energia o il clima, responsabili di edifici e spazi verdi comunali, bidelli responsabili, esperti di termotecnica e altri partner di progetto. In ambito pedagogico, sono stati individuati gli attori seguenti: delegati per l’energia o il clima, responsabili di istituti scolastici, infermieri scolastici, insegnanti e altri partner. Le conoscenze acquisite dal progetto verranno trasmesse dai bambini anche alla cerchia familiare, consentendo così di raggiungere un pubblico più vasto.

Prodotti (output) attesi

Una cartella «Fa caldo a scuola» con il contenuto seguente:

  • documenti per realizzare le analisi termiche negli edifici e condurre un sondaggio tra gli utenti;
  • guida alle buone pratiche destinata ai bidelli;
  • materiale didattico per gli insegnanti, adeguato all’età dei bambini e contenente sia informazioni teoriche sia esempi di attività da svolgere in classe.
Titolo del progetto:

«Ça chauffe dans les écoles» / «Fa caldo a scuola» (A.09)

Area interessata: Montreux (VD) e Locarno (TI)
Durata: gennaio 2019 – dicembre 2021
Ente promotore: Bio-Eco Sàrl e CSD Ingegneri (partner) 
Accompagnamento:

Ufficio federale dell’ambiente UFAM

Contatto

Aline Savio-Golliard
condirettrice
Bio-Eco Sàrl
aline.savio@bio-eco.ch
Tel. + 41 861 00 96

 

Stampare contatto

https://www.nccs.admin.ch/content/nccs/it/home/massnahmen/pak/projektephase2/pilotprojekte-zur-anpassung-an-den-klimawandel--cluster--umgang-/a-09-schulen-trotzen-der-hitze.html