Scenari climatici CH2018

Il clima della Svizzera sta cambiando. Per consentire a tutte le persone chiamate a prendere delle decisioni di disporre di una base di pianificazione ottimale, sono indispensabili scenari aggiornati e affidabili relativi al clima in Svizzera. Sulla base dei più recenti modelli climatici e dei risultati dei sondaggi tra gli utenti, nell’ambito della tematica prioritaria CH2018 il NCCS elabora nuovi scenari sui cambiamenti climatici in stretta collaborazione con coloro che operano nel mondo della ricerca.

Le nuove basi per l‘adattamento mostrano dove e come i cambiamenti climatici toccheranno la Svizzera. Gli scenari climatici abbinano le simulazioni dei più moderni modelli climatici alle osservazioni delle tendenze del passato, consentendo di dare uno sguardo al clima del futuro del nostro Paese, con un dettaglio fino ad oggi mai avuto a disposizione. Ciò consente di fare affermazioni solide su diversi aspetti del cambiamento climatico. Gli scenari CH2018 sostituiranno gli scenari inerenti ai cambiamenti climatici in Svizzera del 2011 («CH2011»).

Obiettivi

Dal 2014 l'elaborazione regolare di scenari climatici costituisce un incarico ufficiale della Confederazione per mettere a disposizione delle persone chiamate a prendere delle decisioni basi di pianificazione aggiornate per l'adattamento ai cambiamenti climatici.

Contenuto

CH2018 – la nuova generazione di scenari climatici per la Svizzera – presenta alcune novità:

  • Rispetto a quando fu redatto il rapporto precedente, ora sono disponibili ulteriori sette anni di osservazioni meteorologiche.
  • Negli scenari CH2018 sono confluite anche le più recenti conoscenze scientifiche. Le nuove simulazioni hanno una risoluzione spaziale quattro volte superiore a quelle utilizzate nel 2011 per il precedente rapporto.
  • I metodi statistici sono migliorati e consentono di formulare simulazioni su scala locale migliori rispetto a quanto fatto fino ad oggi.
  • Perciò gli attuali scenari climatici forniscono informazioni più concrete su una serie di temi chiave. Tra queste vi sono ad esempio gli eventi estremi e gli indicatori climatici riferiti a luoghi specifici.

Punti salienti - l’essenziale in breve

  • Estati asciutte
    A lungo termine i quantitativi medi di precipitazione durante i mesi estivi diminuiranno e l’evaporazione aumenterà. Il suolo diventerà più secco, ci saranno meno giorni di pioggia e il periodo più lungo senza precipitazioni avrà una durata maggiore.
  • Forti piogge
    In futuro gli eventi con precipitazioni intense saranno verosimilmente più frequenti e anche l'intensità delle precipitazioni aumenterà rispetto a oggi. Questo in tutte le stagioni, ma soprattutto in inverno. Anche gli eventi estremi rari, come le precipitazioni che si verificano una sola volta ogni 100 anni, saranno decisamente più intensi.
  • Sempre più giornate canicolari
    Le temperature massime aumenteranno in modo ancora più marcato delle temperature medie. Le ondate di caldo come pure i giorni e le notti molto caldi diventeranno più frequenti ed estremi. Lo stress da caldo sarà particolarmente presente nelle regioni urbane densamente popolate alle basse quote.
  • Inverni poveri di neve
    Verso la metà del secolo anche gli inverni saranno nettamente più caldi di oggi. Complessivamente avremo più precipitazioni, ma a causa delle temperature più elevate esse cadranno piuttosto sotto forma di pioggia. Soprattutto alle quote più basse le nevicate saranno più rare e meno presenti. Di conseguenza le regioni della Svizzera ricche di neve si ridurranno.
  • La protezione del clima funziona
    Una riduzione generalizzata delle emissioni di gas a effetto serra a livello mondiale potrebbe contrastare in modo efficace i cambiamenti climatici. Entro la metà del XXI secolo si potrebbero evitare circa la metà dei possibili cambiamenti climatici in Svizzera ed entro la fine del secolo i due terzi. Le temperature continuerebbero ad aumentare anche in Svizzera, ma in misura molto minore rispetto allo scenario che vede emissioni incontrollate e in continuo aumento.

Principali partner del progetto

  • Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera
  • Politecnico federale di Zurigo
  • Center for Climate Systems Modeling (C2SM

Altri partner del progetto

  • Università di Berna
  • ProClim | SCNAT

Ultima modifica 12.12.2018

Inizio pagina

Contatto

Ufficio federale di meteorologia e climatologia MeteoSvizzera
Operation Center 1
Casella postale 257
CH-8058 Zurigo-Aeroporto

Scenari climatici
Andreas Fischer

Contatto

Stampare contatto

https://www.nccs.admin.ch/content/nccs/it/home/il-nccs/le-tematiche-prioritarie/neue-schweizer-klimaszenarien-ch2018.html